img height="1" width = "1" style ="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=523476711321177&ev=PageView&noscript=1"/> TUTTI I COLORI DELL’ENTANGLEMENT. Dal mito della caverna all’universo olografico. Itinerario logico tra apparenza e realtà, strane coincidenze, sincronicità, non-località quantistica

TUTTI I COLORI DELL’ENTANGLEMENT. Dal mito della caverna all’universo olografico. Itinerario logico tra apparenza e realtà, strane coincidenze, sincronicità, non-località quantistica

-15% TUTTI I COLORI DELL’ENTANGLEMENT. Dal mito della caverna all’universo olografico. Itinerario logico tra apparenza e realtà, strane coincidenze, sincronicità, non-località quantistica

13,60 IVA inclusa

  € 16,00


Spedizione Gratuita!!!
Disponibilità: si
Spedizione il: 25 Lug 2019
Clicca qui per andare direttamente al form di pagamento sul sito Paypal

 

Codice prodotto LBR-TUTTICOL-ITA
Categoria Libri in lingua italiana
Marca Bruno Del Medico Editore
Disponibilità si
Disponibilità altri pezzi previo ordine si

Segnala ad un amico

Altre domande ?

Fin dalle sue origini l’uomo si è posto il problema di indagare l’origine e la composizione delle cose, per scoprirne il funzionamento e l’intima finalità. Il metodo universalmente usato è quello di scomporre gli oggetti in parti sempre più piccole, analizzandole poi con ogni metodo possibile, dall’indagine visiva alle reazioni chimiche. Ciò accade ancora oggi. Lo scienziato che voglia, per esempio, scoprire come è fatto un cubetto di granito, lo frantuma in parti sempre più piccole fino a divederlo nei singoli atomi. Se però, una volta raggiunto il livello atomico, volesse indagare oltre scendendo al livello delle singole particelle subatomiche, avrebbe la sorpresa di vedere il cubetto di granito comportarsi come un cubetto di ghiaccio: osserverebbe la materia liquefarsi, evaporare, scomparire tra le sue dita trasformandosi in energia vibrante, e le singole particelle mutarsi in onde fluttuanti senza più nessuna corporeità.

A livello subatomico, la materia non è più materia, diventa un’altra cosa; le particelle ci ingannano mostrandosi come corpuscoli se le osserviamo, e comportandosi come onde quando non sono osservate. Gli atomi sono fatti praticamente di vuoto, e ciò che all’apparenza, al nostro livello sensibile, ci sembra di poter toccare, pesare, manipolare, nella sua composizione più intima diventa increspatura del vuoto, energia, informazione, onda o vibrazione, tutto ma non più materia.

A questo punto, non possiamo più parlare di una unica realtà: a seconda dei livelli di osservazione, dall’estremamente piccolo all’infinitamente grande, esistono più livelli, tutti diversi ma tutti assolutamente veri. O forse esistono molti aspetti di una verità superiore, ancora sconosciuta. Tutte le filosofie e le religioni hanno sempre ipotizzato e proclamato una “zona dello spirito” trascendente la materia; nessuno, però, è mai riuscito a fornire le prove della sua esistenza.

Oggi la fisica quantistica, dopo le sperimentazioni effettuate con successo a conferma del fenomeno dell’entanglement, sta spalancando una enorme finestra su orizzonti che mai, fino al secolo scorso, si sarebbero potuti immaginare. Finalmente sappiamo che esistono livelli di realtà non più soggetti alle costrizioni della fisica newtoniana, livelli in cui energia e informazione prendono il sopravvento escludendo la materia. Si tratta del livello non locale, l’universo implicito o anche l’universo olografico di David Bohm e Karl Pribram. A questo livello una Intelligenza universale pare interagire con l’umanità. Lo fa anche attraverso le sincronicità teorizzate da Carl Jung, e ci guida in un progetto evolutivo culturale di cui stiamo appena prendendo consapevolezza.

 

Il libro si divide in tre parti. Nella prima (Le intuizioni) tratta le ipotesi più rilevanti sulla realtà illusoria del mondo percepibile e sull’esistenza di un livello di coscienza trascendente la materia, dal Mito della caverna di Platone alla Teoria immaterialistica di Berkeley, alla Psicologia della forma e fino all’Inconscio collettivo di Carl Jung, soffermandosi particolarmente sulla sua Teoria della sincronicità. Nella seconda parte (Le conferme) descrive in modo elementare ma dettagliato il cammino della fisica quantistica, dall’esperimento della doppia fenditura di Thomas Young fino ai fenomeni della Sovrapposizione degli stati e della Correlazione quantistica, chiavi privilegiate per la comprensione dell’Entanglement. La terza parte (Le prospettive) descrive le teorie elaborate da David Bohm sul potenziale quantico e sull’universo implicato e quella, condivisa con Karl Pribram, sulla visione olografica del cosmo. Il tutto viene illustrato con assoluta semplicità, senza l’uso di formule matematiche e con l’aiuto di molte illustrazioni.

 

La prima parte (Le intuizioni) tratta la realtà illusoria e l’esistenza di un livello di coscienza trascendente la materia. La seconda (Le conferme) descrive il cammino della fisica quantistica dall’esperimento della doppia fenditura di Thomas Young, alla conferma dell’Entanglement. La terza (Le prospettive) descrive le teorie di David Bohm sul potenziale quantico e sull’universo olografico

 

SOMMARIO DEL LIBRO
Introduzione


PRIMA PARTE. LE INTUIZIONI

Fenomeni inspiegabili
Gemelli quantisticamente correlati
I gemelli Ross e Norris McWhirter.
La viscontessa Thelma Furness
Materia, solo materia, nient’altro che materia
Il monismo e il riduzionismo materialistico
Il determinismo e la causalità
La continuità e la freccia del tempo
La località
L’oggettività
I sintomi illusori
Sì, però, il Teorema di completezza di Gödel…
Mente e cervello
Il mito della caverna
Come è fatta una sedia?
Platone e la ricerca della conoscenza
La filosofia platonica
Il mito della caverna
Da Platone al vitalismo
Da Hans Driesch a Carl Jung
I gradi dell’essere di Ernst Schumacher
Sogni che suggeriscono invenzioni e successi
La Tavola Periodica di Mendeleev
Da Platone a Berkeley
L’albero di Berkeley
L’universo esiste perché lo guardiamo
Le contraddizioni evolutive dell’occhio
Quando le cose non sono ciò che sembrano
Lo strano caso dei due presidenti
Le spiegazioni degli scettici
L’inganno dei sensi
Oggettività e soggettività
Psicologia della forma
Coincidenze, inconscio collettivo, sincronicità
Più potente dei computer più potenti
Funziona solo con gli stimoli semplici?
Carl Gustav Jung
Dissensi e rottura con Sigmund Freud
La libido e i simboli
Il simbolo
Archetipi, idee, concetti
Il quarto escluso
Archetipi come immagini primordiali
L’inconscio collettivo
Il processo di individuazione
Io e Sé
Prima tappa: l'archetipo dell'Ombra
Seconda tappa: l’archetipo dell'Anima o l'Animus
Terza tappa: l’archetipo del Vecchio Saggio
Quarta tappa: l’archetipo del Sé
Jung e l'alchimia: individuazione e Opus alchemicum
La sincronicità
Nascita di una sincronicità.
Filippo e il suo matrimonio
Matteo e la frequenza del numero 31
Il numero, l’archetipo dell’ordine
Numeri e sincronicità
La Tetraktys dei pitagorici
La sezione aurea
Valore simbolico dei numeri
Il numero del destino
Vite contrassegnate dai numeri
Otto von Bismarck e il numero Tre
Papa Pio X e il numero 9
La maledizione della nona sinfonia
Il Club dei 27    
Wolfgang Pauli e il numero  

Il numero 108 nella cultura orientale
Il numero 666
Il determinismo della morte e la risurrezione
Giustizia divina a Drynor Township 139
Esiste la giustizia divina?

Il caso e il segno
Possiamo credere alla risurrezione?
Il problema dell’entropia
La risurrezione nel pensiero umano
La reincarnazione nelle religioni orientali
La reincarnazione nell’induismo
La reincarnazione nelle Upanishad
La reincarnazione nel buddismo
La reincarnazione nel taoismo
La risurrezione nel cristianesimo
La risurrezione nel Nuovo Testamento
Il giudizio finale dopo Giovanni XXII
Il dualismo. Entropia e sincronicità
Il dualismo
L’uomo entropico
L’entropia non è ciò che appare
La sincronicità come progetto evolutivo intelligente
Sincronicità culturali
Il principio antropico

Il ruolo dell’uomo nell’universo

Il principio antropico
Brandon Carter
Il Principio antropico debole
Il Principio antropico forte
John David Barrow e Frank Tipler
Il Principio antropico ultimo
Il Principio antropico partecipatorio
Il principio antropico e il tempo
Il Punto Omega di Frank Tipler
Al centro spirituale dell’universo

 

SECONDA PARTE. LE CONFERME
Ma che cosa è la materia?
Alla ricerca delle prove
Filosofia e mistica della fisica
Il carro del re Milinda
La separazione di Cartesio
Perché c’è qualcosa anziché niente?

Tutto inizia con il Big Bang
L’atomo e la sua rappresentazione classica
La fisica quantistica
L’atomo quantizzato
Il salto quantico
Il dualismo onda-particella
L’esperimento della doppia fenditura
Thomas Young
Evoluzione dell’esperimento della doppia fenditura
Versione moderna dell’esperimento della doppia fenditura
Descrizione dell’esperimento con lancio di un fotone
La bilocazione diventa plausibile?
Le capacità precognitive delle particelle
L’atomo e la sua rappresentazione più attuale
Orbita e orbitale
Visione dinamica dell’atomo
Cose o eventi?
Località e non località
L’entanglement
Il principio di sovrapposizione
La correlazione
Sovrapposizione di due particelle
La non località e i fenomeni extrasensoriali
Un universo entangled
Le conferme dell’entanglement
“Dio non gioca a dadi”
Il paradosso EPR
Il paradosso del gatto di Schrödinger
La diseguaglianza di John Stewart Bell
Gli esperimenti che confermano la non località

 

 

TERZA PARTE. LE PROSPETTIVE
Tutto è una sola cosa
David Bohm
Il potenziale quantico
Il ruolo dell’osservatore
Nessuna frammentazione
Ordine implicato ed esplicato
Un gigantesco ologramma cosmico
L’universo olografico
Karl Pribram
La realtà non esiste?
Dove stiamo andando            
Lo studio dell’anima entra a far parte della fisica
Henry Stapp. La Teoria quantistica e il libero arbitrio
L’energia dello Spirito
Glossario
Bibliografia
Indice analitico 

Fin dalle sue origini l’uomo si è posto il problema di indagare l’origine e la composizione delle cose, per scoprirne il funzionamento e l’intima finalità. Il metodo universalmente usato è quello di scomporre gli oggetti in parti sempre più piccole, analizzandole poi con ogni metodo possibile, dall’indagine visiva alle reazioni chimiche. Ciò accade ancora oggi. Lo scienziato che voglia, per esempio, scoprire come è fatto un cubetto di granito, lo frantuma in parti sempre più piccole fino a divederlo nei singoli atomi. Se però, una volta raggiunto il livello atomico, volesse indagare oltre scendendo al livello delle singole particelle subatomiche, avrebbe la sorpresa di vedere il cubetto di granito comportarsi come un cubetto di ghiaccio: osserverebbe la materia liquefarsi, evaporare, scomparire tra le sue dita trasformandosi in energia vibrante, e le singole particelle mutarsi in onde fluttuanti senza più nessuna corporeità.

A livello subatomico, la materia non è più materia, diventa un’altra cosa; le particelle ci ingannano mostrandosi come corpuscoli se le osserviamo, e comportandosi come onde quando non sono osservate. Gli atomi sono fatti praticamente di vuoto, e ciò che all’apparenza, al nostro livello sensibile, ci sembra di poter toccare, pesare, manipolare, nella sua composizione più intima diventa increspatura del vuoto, energia, informazione, onda o vibrazione, tutto ma non più materia.

A questo punto, non possiamo più parlare di una unica realtà: a seconda dei livelli di osservazione, dall’estremamente piccolo all’infinitamente grande, esistono più livelli, tutti diversi ma tutti assolutamente veri. O forse esistono molti aspetti di una verità superiore, ancora sconosciuta. Tutte le filosofie e le religioni hanno sempre ipotizzato e proclamato una “zona dello spirito” trascendente la materia; nessuno, però, è mai riuscito a fornire le prove della sua esistenza.

Oggi la fisica quantistica, dopo le sperimentazioni effettuate con successo a conferma del fenomeno dell’entanglement, sta spalancando una enorme finestra su orizzonti che mai, fino al secolo scorso, si sarebbero potuti immaginare. Finalmente sappiamo che esistono livelli di realtà non più soggetti alle costrizioni della fisica newtoniana, livelli in cui energia e informazione prendono il sopravvento escludendo la materia. Si tratta del livello non locale, l’universo implicito o anche l’universo olografico di David Bohm e Karl Pribram. A questo livello una Intelligenza universale pare interagire con l’umanità. Lo fa anche attraverso le sincronicità teorizzate da Carl Jung, e ci guida in un progetto evolutivo culturale di cui stiamo appena prendendo consapevolezza.

 

Il libro si divide in tre parti. Nella prima (Le intuizioni) tratta le ipotesi più rilevanti sulla realtà illusoria del mondo percepibile e sull’esistenza di un livello di coscienza trascendente la materia, dal Mito della caverna di Platone alla Teoria immaterialistica di Berkeley, alla Psicologia della forma e fino all’Inconscio collettivo di Carl Jung, soffermandosi particolarmente sulla sua Teoria della sincronicità. Nella seconda parte (Le conferme) descrive in modo elementare ma dettagliato il cammino della fisica quantistica, dall’esperimento della doppia fenditura di Thomas Young fino ai fenomeni della Sovrapposizione degli stati e della Correlazione quantistica, chiavi privilegiate per la comprensione dell’Entanglement. La terza parte (Le prospettive) descrive le teorie elaborate da David Bohm sul potenziale quantico e sull’universo implicato e quella, condivisa con Karl Pribram, sulla visione olografica del cosmo. Il tutto viene illustrato con assoluta semplicità, senza l’uso di formule matematiche e con l’aiuto di molte illustrazioni.

 

La prima parte (Le intuizioni) tratta la realtà illusoria e l’esistenza di un livello di coscienza trascendente la materia. La seconda (Le conferme) descrive il cammino della fisica quantistica dall’esperimento della doppia fenditura di Thomas Young, alla conferma dell’Entanglement. La terza (Le prospettive) descrive le teorie di David Bohm sul potenziale quantico e sull’universo olografico

 

SOMMARIO DEL LIBRO
Introduzione 11
PRIMA PARTE. LE INTUIZIONI 13
Fenomeni inspiegabili 15
Gemelli quantisticamente correlati 16
I gemelli Ross e Norris McWhirter. 16
La viscontessa Thelma Furness 19
Materia, solo materia, nient’altro che materia 23
Il monismo e il riduzionismo materialistico 23
Il determinismo e la causalità 24
La continuità e la freccia del tempo 25
La località 26
L’oggettività 27
I sintomi illusori 27
Sì, però, il Teorema di completezza di Gödel… 27
Mente e cervello 28
Il mito della caverna 31
Come è fatta una sedia? 31
Platone e la ricerca della conoscenza 34
La filosofia platonica 35
Il mito della caverna 36
Da Platone al vitalismo 40
Da Hans Driesch a Carl Jung 41
I gradi dell’essere di Ernst Schumacher 42
Sogni che suggeriscono invenzioni e successi 47
La Tavola Periodica di Mendeleev 47
Da Platone a Berkeley 51
L’albero di Berkeley 51
L’universo esiste perché lo guardiamo 54
Le contraddizioni evolutive dell’occhio 55
Quando le cose non sono ciò che sembrano 57
Lo strano caso dei due presidenti 57
Le spiegazioni degli scettici 60
L’inganno dei sensi 62
Oggettività e soggettività 64
Psicologia della forma 65
Coincidenze, inconscio collettivo, sincronicità 73
Più potente dei computer più potenti 73
Funziona solo con gli stimoli semplici? 75
Carl Gustav Jung 77
Dissensi e rottura con Sigmund Freud 77
La libido e i simboli 78
Il simbolo 80
Archetipi, idee, concetti 83
Il quarto escluso 83
Archetipi come immagini primordiali 85
L’inconscio collettivo 87
Il processo di individuazione 91
Io e Sé 92
Prima tappa: l'archetipo dell'Ombra 93
Seconda tappa: l’archetipo dell'Anima o l'Animus 93
Terza tappa: l’archetipo del Vecchio Saggio 94
Quarta tappa: l’archetipo del Sé 95
Jung e l'alchimia: individuazione e Opus alchemicum 96
La sincronicità 99
Nascita di una sincronicità. 102
Filippo e il suo matrimonio 106
Matteo e la frequenza del numero 31 109
Il numero, l’archetipo dell’ordine 115
Numeri e sincronicità 115
La Tetraktys dei pitagorici 118
La sezione aurea 118
Valore simbolico dei numeri 120
Il numero del destino 124
Vite contrassegnate dai numeri 132
Otto von Bismarck e il numero Tre 132
Papa Pio X e il numero 9 133
La maledizione della nona sinfonia 133
Il Club dei 27 135
Wolfgang Pauli e il numero 137 136
Il numero 108 nella cultura orientale 137
Il numero 666 138
Il determinismo della morte e la risurrezione 139
Giustizia divina a Drynor Township 139
Esiste la giustizia divina? 142
Il caso e il segno 143
Possiamo credere alla risurrezione? 146
Il problema dell’entropia 148
La risurrezione nel pensiero umano 149
La reincarnazione nelle religioni orientali 152
La reincarnazione nell’induismo 152
La reincarnazione nelle Upanishad 153
La reincarnazione nel buddismo 154
La reincarnazione nel taoismo 156
La risurrezione nel cristianesimo 157
La risurrezione nel Nuovo Testamento 161
Il giudizio finale dopo Giovanni XXII 165
Il dualismo. Entropia e sincronicità 167
Il dualismo 168
L’uomo entropico 169
L’entropia non è ciò che appare 171
La sincronicità come progetto evolutivo intelligente 173
Sincronicità culturali 175
Il principio antropico 177
Il ruolo dell’uomo nell’universo 177
Il principio antropico 178
Brandon Carter 179
Il Principio antropico debole 180
Il Principio antropico forte 182
John David Barrow e Frank Tipler 183
Il Principio antropico ultimo 184
Il Principio antropico partecipatorio 184
Il principio antropico e il tempo 184
Il Punto Omega di Frank Tipler 186
Al centro spirituale dell’universo 187

SECONDA PARTE. LE CONFERME 189
Ma che cosa è la materia? 191
Alla ricerca delle prove 191
Filosofia e mistica della fisica 192
Il carro del re Milinda 195
La separazione di Cartesio 197
Perché c’è qualcosa anziché niente? 198
Tutto inizia con il Big Bang 199
L’atomo e la sua rappresentazione classica 203
La fisica quantistica 204
L’atomo quantizzato 207
Il salto quantico 210
Il dualismo onda-particella 213
L’esperimento della doppia fenditura 219
Thomas Young 224
Evoluzione dell’esperimento della doppia fenditura 225
Versione moderna dell’esperimento della doppia fenditura 226
Descrizione dell’esperimento con lancio di un fotone 226
La bilocazione diventa plausibile? 232
Le capacità precognitive delle particelle 235
L’atomo e la sua rappresentazione più attuale 238
Orbita e orbitale 238
Visione dinamica dell’atomo 241
Cose o eventi? 242
Località e non località 244
L’entanglement 245
Il principio di sovrapposizione 246
La correlazione 248
Sovrapposizione di due particelle 251
La non località e i fenomeni extrasensoriali 254
Un universo entangled 257
Le conferme dell’entanglement 259
“Dio non gioca a dadi” 260
Il paradosso EPR 262
Il paradosso del gatto di Schrödinger 263
La diseguaglianza di John Stewart Bell 266
Gli esperimenti che confermano la non località 270

TERZA PARTE. LE PROSPETTIVE 275
Tutto è una sola cosa 277
David Bohm 278
Il potenziale quantico 282
Il ruolo dell’osservatore 286
Nessuna frammentazione 287
Ordine implicato ed esplicato 293
Un gigantesco ologramma cosmico 299
L’universo olografico 303
Karl Pribram 305
La realtà non esiste? 308
Dove stiamo andando 309
Lo studio dell’anima entra a far parte della fisica 310
Henry Stapp. La Teoria quantistica e il libero arbitrio 311
L’energia dello Spirito 314
Glossario 317
Bibliografia 331
Indice analitico 333

 

Autore o Traduttore:  Bruno Del Medico
Copyright Bruno Del Medico Editore:  2018
Numero di illustrazioni:  58
Numero di pagine:  350
Argomento:
Dimensioni in centimetri:
Età consigliata:
Rilegatura:
Serie o collana libraria:
Contenuti per adulti: No
Illustrato: Si

Gli utenti registrati possono condividere la loro esperienza avuta con questo prodotto/servizio. Registrati per accedere a tutti i benefici riservati agli utenti registrati o clicca su login se sei già registrato.